Log in
Close

Lo sapevi che…

Arte Orgonica è il primo negozio online in Italia che utilizza l’Orgonite come forma d’Arte.

Un’opera si definisce artistica nel momento in cui canalizza un messaggio e, l’artista che la realizza, è solo uno strumento, un messaggero che pone in relazione mittente e destinatario.

Come una canna di bambù, vuota mi lascio suonare dal vento.

Benvenuto in Arte Orgonica.

francesco@arteorgonica.it

(+39) 346 6127172
Richiedi la tua Orgonite personalizzata!

# Type at least 1 character to search # Hit enter to search or ESC to close

Obelisco della ricchezza in orgonite

399.00

OBELISCO ORGONICO DELLA RICCHEZZA

Obelisco di #orgonite realizzata a mano.

Obelisco realizzato con l’intento di creare abbondanza nella vita di chi lo possiede.

I colori sono caldi e richiamano i primi chakra, rosso, giallo, oro.

Sono stati utilizzati 7 cristalli di quarzo ialino, un grande quarzo citrino, quattro piriti, diverse corniole, un bellissimo occhio di tigre.

Non manca mai la shungite (3 strati), oro laminato, trucioli di metallo, pigmenti dorati per resina.

 

La forma dell’obelisco e suo significato

L’obelisco simboleggiava il Dio del sole Ra, e durante la breve riforma religiosa di Akhenaton si diceva fosse un raggio di sole pietrificato dell’aten, il disco solare. Si pensava inoltre che il dio esistesse all’interno della sua struttura.

L’obelisco simboleggiava il Dio del sole Ra, e durante la breve riforma religiosa di Akhenaton si diceva fosse un raggio di sole pietrificato dell’aten, il disco solare. Si pensava inoltre che il dio esistesse all’interno della sua struttura.

Un obelisco ha un’importanza simbolica fondamentale che è connessa alle “energie della terra“, espressione del principio attivo e fecondante che penetra e irradia l’elemento passivo e fecondato.

Come simbolo solare, l’obelisco ha una forte caratterizzazione maschile, ed infatti non a caso la sua forma alta e imperiosa richiama ovviamente l’elemento fallico.

L’alternarsi del sole e delle stagioni provocava nell’antico Egitto gli straripamenti del fiume Nilo, che al suo ritirarsi lasciava sull’arida sabbia una limo altamente fertilizzante, di colore scuro, che rendeva la terra fertile e coltivabile, assicurando così la vita e la sopravvivenza della comunità.

Questa terra nera, che nell’antico egizio si chiamava al-kemya (con l’articolo al- preposto), ha dato il nome alla disciplina ermetica dell’Alchimia, che ne riprende simbolicamente il principio (la prima fase della Grande Opera è detta nigredo, o “fase al nero”, ed è quella in cui la Prima Materia, di colore nero, deve putrefarsi per potersi in seguito trasformare – morte per la rinascita – ed è anche la “morte mistica” dei filosofi, e tante altre allegorie similari).

Cristalli utilizzati

Shungite

Chakra: primo.

In virtù della sua particolare struttura la shungite ha diverse proprietà fisiche, chimiche e bioenergetiche. Vediamone alcune:

  • neutralizza qualsiasi tipo di radiazioni, pertanto viene utilizzata per difendersi dalle onde elettromagnetiche emanate da computer, cellulari, televisori;
  • a differenza dei cristalli, essa non si carica negativamente. Infatti la shungite non emana i suoi effetti benefici per irradiazione ma emettendo un Vortice Quantico;
  • sostiene e implementa l’energia vitale insita in ogni persona, per questo motivo viene consigliata a coloro che sono sempre stanchi e stressati;
  • stimola le difese immunitarie: per questo è bene averla con sé in periodi di epidemia influenzale, cambi di stagione, ma anche durante le semplici convalescenze;
  • protegge l’ambiente in cui è inserita: la shungite rimuove le memorie negative, e armonizza il luogo, creando un’atmosfera calma e rilassata;
  • è un ottimo concime naturale: migliora la produttività delle colture del 30% circa e al tempo stesso le rende più resistenti alle malattie;
  • permette di adattarsi in modo più semplice all’elevazione di frequenza che sta attraversando la Terra; inoltre facilita l’ascensione verso i regni superiori.

 

Il cristallo di rocca o quarzo ialino. 

Chakra: settimo.

Favorisce la capacità di imporre la propria volontà, porta energia e forza, rafforza la concentrazione, molto adatta per la meditazione, aumenta l’effetto degli altri cristalli.
E’ una pietra di protezione e potere.
Usata per armonizzare le due parti del cervello, allevia dolori, gonfiori, nausea e diarrea.

Occhio di tigre

Chakra: terzo

L’occhio di tigre è considerata una pietra protettrice e portatrice di buona sorte. Se è vero che l’occhio di tigre è connessa al terzo chakra, è anche vero che riesce a esercitare il suo effetto sui primi tre chakra armonizzandoli.

Sembra che serva anche per attirare ricchezza materiale, cioè chi lo indossa non rimane mai senza denaro

Quarzo Citrino.

Chakra: terzo.

Il quarzo citrino promuove lo sviluppo della propria individualità ed infonde sicurezza e coraggio. Aiuta a concretizzare le idee ed i progetti, stimolando la volontà e la voglia di fare esperienze. Infonde gioia di vivere, ottimismo e vitalità. Aiuta a superare gli stati depressivi e libera la mente dai pensieri opprimenti. Aiuta l’attività del fegato, dei reni e della cistifellea. Migliora le funzioni dello stomaco e della milza. Equilibra la produzione d’insulina da parte del pancreas e mitiga la stipsi e la diarrea. Sfiamma la vescica e migliora l’assimilazione delle vitamine A, C ed E.

Aiuta non solo ad attrarre la ricchezza, ma anche a mantenerla. E’ una pietra che porta abbondanza e successo. Il citrino però induce anche all’altruismo ed ecco che stimolerà in voi anche il desiderio di condivisione.

Pirite

Chakra: secondo e terzo

Si crede che la pirite riesca a portare ricchezza nella vita del suo proprietario. Può essere utilizzata come pietra di protezione contro le energie negative e gli attacchi emotivi. A livello energetico invece puoi posizionare questa pietra sul secondo e il terzo chakra per migliorare la forza di volontà.

Le proprietà della Pirite attraggono ricchezza e favoriscono buoni affari, utile a chi ha problemi col denaro sia per le persone avare che per quelle troppo generose o anche per le persone che non hanno dimestichezza coi soldi e finiscono spesso per essere sottopagate o sfruttate nel lavoro.

Corniola

Chakra: secondo.

La corniola promuove la stabilità ed il senso di appartenenza. Rende idealisti ed altruisti. Infonde energia e coraggio. Stimola la vita emotiva. Aiuta a portare a termine ciò che si è intrapreso, rendendo realisti quando ci si sente confusi. Facilita l’assimilazione delle vitamine, delle sostanze nutritive e dei minerali da parte dell’intestino tenue, migliorando la qualità del sangue. Garantisce un buon afflusso del sangue agli organi interni ed ai tessuti.

La Corniola simboleggia le basi solide ed un profondo radicamento.

E’ consigliata alle persone che sono troppo “spirituali” e con la testa tra le nuvole.

Rafforza il nostro legame con la Terra, allineando il corpo fisico con quello eterico, portandoci ad apprezzare e a godere anche dei piaceri del mondo.

Ci insegna ad armonizzare e a bilanciare gli opposti, a trovare equilibrio tra povertà e ricchezza, sacro e profano, piacere e dovere, ying e yang… essere ed apparire.

Il simbolo dell’albero

L’albero, anche il più mastodontico, nasce da un piccolo seme che contiene in esso tutte le potenzialità che in seguito saranno espresse dalla pianta adulta che, a sua volta, genererà nuovi semi capaci di moltiplicare indefinitamente la Vita. Dalla semina, passando per l’attraversamento ciclico delle quattro stagioni fino alla morte biologica, l’albero riproduce tutte le fasi che l’intero Universo attraversa nel suo ciclo di vita, ed infatti l’albero è anche immagine del Cosmo (è detto allora Albero Cosmico) in quanto l’Universo può essere triplicemente suddiviso in regni sotterranei ed inferici (Utgard, Mondo di Sotto), regni intermedi (Midgard, Mondo di Mezzo), regni sottili e superiori (Asgard, Mondo degli Dèi).

L’essenza dell’albero sta fondamentalmente nel legno di cui è composto, che non a caso in Medicina Cinese è considerato uno dei 5 elementi fondamentali. Potremmo definire il legno una sorta di quintessenza degli altri quattro elementi (al pari dell’etere in Alchimia); viene infatti nutrito da aria (metallo), acqua e terra e racchiude in sé il calore vitale dell’esistenza (che rilascia solo quando la componente corruttibile esterna viene bruciata permettendo così di trasmutare le proprie impurità).

L’albero secolare è da sempre visto come simbolo di saggezza e conoscenza. Ogni individuo incamminato verso la scoperta della propria essenza (illuminazione) dovrebbe tener bene a mente l’analogia uomo-albero: dovrebbe infatti poter verificare se le proprie radici sono sufficientemente stabili e ben formate, ma anche se non vi siano rimasti incastrati dei “circuiti non integrabili” di cui è bene sbarazzarsi, dovrebbe poi verificare che nella dimensione intermedia del tronco sia la linfa grezza (che dalle radici va ai rami) che la linfa elaborata (che dai rami va alle radici) non subiscano interruzioni nel flusso, ed infine dovrebbe controllare lo stato di crescita dei propri rami (antenne verso il Cielo) e che siano realmente diretti verso la Luce Solare e non verso un’ingannevole luce artificiale!

 

Materiali utilizzati

  • Resina epossidica trasparente effetto acqua
  • 7 quarzi ialino mono e bi-terminati
  • lamina d’oro
  • 1 occhio di tigre
  • 4 piriti
  • corniole
  • graniglia di shungite
  • trucioli di metallo
  • filo di rame
  • pigmenti dorati per resina
  • 4 alberi della vita di legno

 

1 disponibili

Quantity
SKUORG-OBE-1
Category
Tags , , , , , , , , , , , , , , , ,
Share on

Guarda anche questi

SaleHot
249.00
Sold: 0
Available: 7

Descrizione

N.B. Acquistando i prodotti aiuti a finanziare le attività dell’associazione Exduco Comunicazione APS.

Informazioni aggiuntive

Peso1.500 kg
Dimensioni7 × 7 × 43 cm
Reviews

There are no reviews yet.

Only logged in customers who have purchased this product may leave a review.

Back to top